IMA sta caricando

Pari opportunità

IMA garantisce le eguali opportunità, la tutela e la valorizzazione delle risorse umane aziendali e non ammette comportamenti di carattere discriminatorio basati su opinioni politiche e sindacali, religione, razza, nazionalità, età, sesso, orientamento sessuale, stato di salute o altre caratteristiche intime della persona. Pur operando in un contesto produttivo e industriale che per storia e tradizione è caratterizzato da una presenza molto meno significativa di donne rispetto agli uomini, IMA è attenta alla tematica delle pari opportunità: le donne ricoprono il 18% dell’organico aziendale; il 93% della presenza di personale femminile si riscontra nei lavori impiegatizi, nelle aree dei servizi di staff e in quelle commerciali. In termini di retribuzione vengono applicate le disposizioni previste dai contratti nazionali e dalle normative vigenti nei paesi in cui l’azienda opera.

CapoD
IMA ha aderito a Rete CapoD, comunità di Aziende sul territorio bolognese che, in stretta collaborazione con le istituzioni pubbliche del territorio, persegue, anche nei settori tradizionalmente più complessi, gli obiettivi strategici di attenzione alle pari opportunità, lotta alle discriminazioni e supporto alle tematiche di welfare e conciliazione. CapoD ha come focus la diffusione delle buone pratiche di responsabilità sociale anche tra le piccole e medie imprese.

IMA inserisce nel proprio organico persone appartenenti alle categorie protette, come previsto dalle legislazioni vigenti: a questo scopo, per esempio in Italia, l’azienda ha sottoscritto con gli enti competenti apposite convenzioni.

DIGIDOC S.R.L.: una start-up per l’attività di digitalizzazione

Nata nel 2015 e indirettamente partecipata da IMA all’80%, DIGIDOC offre principalmente servizi di digitalizzazione (fatture, documenti di trasporto e altri documenti aziendali). La società, nell’ambito di un progetto di inclusione e avviamento al lavoro, si avvale prevalentemente di personale ipoacusico, che viene supportato da interpreti certificati LIS (Lingua dei Segni Italiana). DIGIDOC conta attualmente 19 dipendenti suddivisi tra le sedi di Castenaso e Ozzano dell’Emilia, e si avvale del supporto di 3 interpreti LIS.

Certificazione Top Employer

Anche quest’anno le più grandi Società di IMA in Italia hanno ottenuto la certificazione “Top Employer Italia”, riconoscimento assegnato dal Top Employers Institute alle imprese che offrono eccellenti condizioni di lavoro ai propri dipendenti, che identificano e sviluppano i migliori talenti a tutti i livelli dell’organizzazione e che sono costantemente alla ricerca del miglioramento dei propri processi organizzativi.

Per essere certificata, l’azienda viene valutata secondo determinati requisiti di accesso. La HR Best Practice Survey esamina oltre 600 pratiche e si basa su 10 argomenti che coprono i temi chiave delle risorse umane, tra cui numerose pratiche rivolte alle persone. Per potersi candidare al Programma di Certificazione, l’Azienda deve possedere una politica HR formalizzata e avanzata. Tramite la Top Employers HR Best Practices Survey, l’ente certificatore analizza le condizioni di lavoro delle aziende sulla base di 19 topic di riferimento: Business Strategy, People Strategy, Leadership, Organisation & Change, Digital HR, Work Environment, Employer Branding, Talent Acquisition, On-boarding, Performance, Career, Learning, Well-being, Engagement, Rewards & Recognition, Values, Ethics & Integrity, Sustainability e Diversity & Inclusion. Il processo di selezione viene poi garantito da un revisore esterno che verifica i processi aziendali. Con valutazione positiva, l’Azienda viene ufficialmente certificata e riconosciuta come Top Employer.
L’ottenimento della certificazione per il 2021 permette di riconfermare il Gruppo come Employer di eccellenza, capace di attrarre talenti e mantenere alti livelli di produttività e competitività grazie a politiche che puntano sulla qualità del lavoro.

Dismissclose

IMA Pharma
@ Achema

Explore the dedicated website and get a free entry pass with IMA