Privacy settings

We use technical cookies, that are necessary for the management of the website, statistical cookies and marketing cookies (including third parties cookies) for displaying individual offers and ads. For more information read our Privacy Policy. Statistical cookies and marketing cookies (inclusive of third parties cookies) are used only with your consent. By clicking “Select all and agree” you consent to our use of statistical and/or marketing cookies (inclusive of third parties cookies).

To customize your privacy settings, tick your preferences in the checkboxes and click “Apply selection”. You can always change the privacy settings and deactivate cookies by following the instructions in the Privacy Policy.

Show preferences Select all and accept
IMA sta caricando
Pubblicato il 14/11/2018

Alberto Vacchi riceve l’onorificenza di Cavaliere del Lavoro

Alberto Vacchi, Presidente di IMA, ha ricevuto dalle mani del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella l’onorificenza di Cavaliere del Lavoro nel corso di una cerimonia tenutasi l’8 novembre 2018 nella splendida cornice del Palazzo del Quirinale.

Laureato in Giurisprudenza, imprenditore, Alberto Vacchi ricopre la carica di Amministratore Delegato di IMA S.p.A. dal 1996 e quella di Presidente del Consiglio di Amministrazione dal 2007.

In IMA Alberto Vacchi ha guidato la crescita puntando su innovazione e qualità, imprimendo al Gruppo una forte crescita internazionale. IMA esprime oggi una vera e propria leadership mondiale nel settore delle macchine automatiche per il packaging, con ricavi pari a 1,44 miliardi di euro e oltre 6.000 dipendenti.  

Alberto Vacchi è stato Presidente di Unindustria Bologna per il quadriennio 2011-2015 e ha guidato il processo di fusione con Confindustria Modena e Unindustria Ferrara nel biennio 2015-2017. Alberto Vacchi è stato eletto Presidente di Confindustria Emilia Area Centro per il primo biennio.

Istituita nel 1901, l’onorificenza di Cavaliere del Lavoro viene conferita ogni anno in occasione della Festa della Repubblica a imprenditori italiani, che si sono distinti nei cinque settori dell’agricoltura, dell’industria, del commercio, dell’artigianato e dell’attività creditizia e assicurativa.

Altre news

keyboard_arrow_left keyboard_arrow_right