IMA sta caricando
Pubblicato il 26/04/2022

Progetto FAO-IMA-ITC: "Improving food packaging for Small and Medium Agro-Enterprises in Sub-Saharan Africa"

  • IMA ha supportato l’implementazione del progetto della FAO “Improving food packaging for Small and Medium Agro-Enterprises in Sub-Saharan Africa”.
  • I training del progetto, svolti a livello locale, hanno avuto come obiettivo la formazione dei trainers per un business sostenibile del packaging alimentare nelle piccole e medie imprese.

 

Per IMA, creare una partnership globale per lo Sviluppo Sostenibile, come sancito nell’Agenda 2030, significa unire le forze e dare la priorità alle iniziative più impellenti. È proprio con questa filosofia vincente che il Gruppo ha supportato l’implementazione del progetto della FAO chiamato “Improving food packaging for Small and Medium Agro-Enterprises in Sub-Saharan Africa”, prendendo esempio da un progetto con una più vasta partnership, ovvero l’iniziativa SAVEFOOD, lanciata a Düsseldorf in occasione della fiera Interpack nel 2011.

Il giorno 1 marzo 2018 presso la sede della FAO a Roma si è tenuto lo Steering Committee del Progetto Improving food packaging for Small and Medium Agro-Enterprises in Sub-Saharan Africa supportato da IMA e ITC (International Trade Center).

Durante la riunione, i funzionari della FAO e dell’ITC hanno illustrato le attività svolte: in particolare, sono stati esaminati i risultati dei “ToT” -Training of Trainers- sul food packaging che sono stati condotti in Tanzania, Cameroun, Costa d’Avorio, Mali, Senegal (27-31 novembre 2017), e gli studi di valutazione in Kenya, Nigeria, Rwanda, Tanzania, Zambia (3-7 dicembre 2017). I training hanno avuto come obiettivo la formazione dei trainers per un business sostenibile del packaging alimentare nelle piccole e medie imprese, affinché i trainers possano a loro volta creare un network fra le differenti SMAEs (Small and Medium Agro-Enterprises), che adotti le stesse metodologie. Gli incontri e i training si sono svolti all’interno delle imprese locali attraverso presentazioni, discussioni, dimostrazioni pratiche e interazioni con i gestori locali, migliorando la conoscenza delle metodologie di packaging e conservazione dei prodotti alimentari.

Per quanto riguarda le attività future nel corso del 2018, saranno avviati studi di valutazione in Costa d’Avorio, Ghana, Kenya, Mali, Nigeria e Senegal, per poter identificare un modello di business sostenibile e progettare un centro nazionale per il packaging che segua tale metodologia.

In conclusione, è stata proposta l’organizzazione di un workshop regionale del Progetto, che potrebbe svolgersi durante il diciottesimo World Export Development Forum (WEDF), forum annuale ospitato dall’ITC di Ginevra e dal Ministero del Commercio, Commercio e Industria dello Zambia, che si terrà a Lusaka, Zambia, il prossimo Settembre 2018, cui IMA è stata invitata a partecipare.

Analizzando i risultati dello Steering Committee del Progetto, il Presidente ed AD di IMA Alberto Vacchi ha dichiarato:

Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto da FAO ed ITC, coerentemente con il programma di lavoro. Credo che supportare la cooperazione internazionale per la riduzione degli sprechi alimentari nelle aree povere del globo, e non solo, anche grazie al packaging responsabile e sostenibile, sia un obiettivo prioritario”.

Questo importante progetto rientra nel programma IMA ZERO, ovvero l’evoluzione dell’impegno del Gruppo verso lo Sviluppo Sostenibile e il relativo contributo alla realizzazione dei 17 Sustainable Development Goals dell’Agenda 2030 per quanto riguarda il settore della produzione industriale. Il suo obiettivo principale è quello di minimizzare l’impatto ambientale nella produzione industriale, promuovendo e creando un ambiente lavorativo e di vita che mette sempre le persone e la biodiversità al centro. Il progetto è declinato in 4 programmi: LOW (Low-Impact Program, che mira alla riduzione delle emissioni); NOP (No-Plastic Program, che mira alla riduzione dell’uso della plastica); E-MOB (Sustainable mobility, che promuove una mobilità sostenibile); YOU (Human-Centric Program, che promuove e supporta progetti che mettono al centro il benessere delle persone).

 

Scopri i progetti di IMA sui temi della Responsabilità Sociale d’Impresa »

Responsabilità Sociale d'Impresa