Utilizziamo cookie tecnici e, previa prestazione di consenso, cookie di profilazione di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito. Proseguendo la navigazione, cliccando o toccando un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner si presta il consenso all’uso di tutti i cookie. Per maggiori informazioni o negare il consenso.
IMA sta caricando
Pubblicato il 04/04/2019

Si rafforza la partnership tra IMA e il Massachusetts Institute of Technology (MIT)

IMA e MIT, un sinergia sempre più forte grazie all’entrata di IMA nell’Industrial Liaison Program (ILP), speciale membership creata per le aziende dal Massachusetts Institute of Technology, la più importante tra le università al mondo per la ricerca applicata.
Tra i vantaggi principali legati all’adesione a questo programma: pieno accesso alle risorse del MIT, possibilità di organizzare incontri mirati, opportunità di sponsorizzazione e network potenziati.

“La membership a cui abbiamo aderito rafforza ancora una volta la nostra partnership strategica con il MIT” spiega Dario Rea, Reasearch Innovation Director IMA Group “e aggiunge un nuovo importante tassello al rapporto di profonda e reciproca collaborazione che ci lega da diversi anni al Massachusetts Institute of Technology. Grazie a questo passo, avremo modo di rinsaldare ulteriormente l’intesa comune per l’avvio di nuovi progetti e la creazione di piani di sviluppo.”

L’entrata nell’Industrial Liaison Program (LIP) garantisce a IMA pieno accesso alle risorse del MIT in termini di attività, servizi e network, con la finalità condivisa di generare innovazione, individuare nuove partnership (sviluppando quelle in essere) e allargare il business. E grazie a questa nuova forma di reciproca collaborazione IMA avrà modo di approfondire le proprie aree di competenza e know-how, aprendo a confronti e discussioni con ricercatori del MIT e Key Opinion Leader del settore di fama internazionale.
Il tutto con l’obiettivo di dare sempre più concretezza ai progetti in corso e a svilupparne di nuovi.

Un punto chiave dell’accordo lo gioca la “start-up community” dell’Istituto, alla quale IMA avrà accesso: un vero e proprio “ecosistema industriale votato all’innovazione” e composto da oltre 1600 imprese neonate, con la possibilità per IMA di sponsorizzarne le attività e contribuirne alla crescita.

All’interno dell’intesa siglata la possibilità di coinvolgere appartenenti al MIT (docenti o ricercatori) per attività di ricerca e sviluppo su progetti IMA, offrendo periodi concordati di soggiorno per collaborazioni continuative all’interno degli stabilimenti del Gruppo.