Privacy settings

Utilizziamo cookies tecnici, necessari per il corretto funzionamento del sito, cookies statistici e cookies di marketing (inclusi cookies di terze parti), al fine di mostrarti offerte e pubblicità basate sui tuoi gusti e preferenze. Per maggiori informazioni puoi consultare la nostra Privacy Policy. I cookies statistici e i cookies di marketing (inclusi cookies di terze parti) sono utilizzati esclusivamente con il tuo consenso. Cliccando “Seleziona tutto e acconsenti” consenti il trattamento dei cookies statistici e di marketing (inclusi cookies di terze parti).

Per personalizzare le tue impostazioni privacy, seleziona le tue preferenze tra le caselle qui sotto e clicca “Applica la selezione”. Ti ricordiamo per puoi modificare le tue impostazioni privacy in qualsiasi momento e disattivare i cookies, seguendo le istruzioni riportate nella Privacy Policy.

Show preferences Select all and accept
IMA sta caricando
Pubblicato il 06/05/2021

Paper Wrap: come Sofidel ha reinventato gli imballaggi di carta

Daniele Checcacci – Direttore vendite e marketing TMC

Il gruppo Sofidel, uno dei principali produttori mondiali di carta per uso igienico e domestico (particolarmente noto per il suo marchio Regina), ha sviluppato una strategia di crescita sostenibile che è interamente in linea con ‘’Costruire un futuro inclusivo, sostenibile e resiliente per le persone e il pianeta’’, ovvero uno dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) delle Nazioni Unite (ONU) da raggiungere entro il 2030.

Per più di un decennio, Sofidel si è impegnata nella riduzione del suo impatto ambientale e, allo stesso tempo, aumentare l’efficienza produttiva.

Questo impegno ha portato l’azienda a:

  • Ridurre le emissioni dirette di CO2 nell’atmosfera del 18,3% (riduzione dell’intensità di carbonio, 2009-2018), investendo circa 100 milioni di euro negli impianti di cogenerazione e produzione di energia da fonti rinnovabili (fotovoltaiche e idroelettriche), centrali a biomasse ed efficienza energetica in dieci anni (2009-2018);
  • Utilizzare cellulosa di origine 100% certificata da terze parti indipendenti con schemi di certificazione forestali (FSC®, FSC Controlled Wood, SFI®, PEFC™);
  • Salvaguardare le risorse idriche, limitandone i consumi nei processi produttivi. La quantità di acqua utilizzata nei processi di produzione è nettamente inferiore al benchmark del settore: 7,1 l / kg contro 15–25 l / kg. Inoltre, Sofidel ha deciso di contribuire alla lotta all’inquinamento da plastica, dando un nuovo contributo alla sostenibilità ambientale, finalizzato anche a soddisfare la crescente domanda di consapevolezza ambientale da parte dei consumatori.

Più nello specifico, il Gruppo si è posto l’obiettivo di ridurre del 50% l’uso di plastica convenzionale nella sua produzione entro il 2030 (rispetto al 2013). Ciò equivale all’eliminazione di oltre 11.000 tonnellate di plastica rilasciate sul mercato ogni anno.

Questo obiettivo viene perseguito attraverso:

  • una riduzione dello spessore del film di polietilene utilizzato nel processo di produzione;
  • l’introduzione di nuovi imballaggi in carta kraft in sostituzione o in affiancamento ai prodotti esistenti;
  • il progressivo utilizzo, in alcuni mercati, di plastica riciclata o bioplastica.

Sofidel collabora con TMC, azienda leader che offre soluzioni innovative per gestire e risolvere le complessità legate al confezionamento e alla movimentazione di prodotti Tissue e Personal Care, per trovare soluzioni praticabili che permettano la sostituzione del packaging in polietilene con un nuovo packaging in carta.

Attraverso uno sforzo congiunto nello sviluppo di macchinari e materiali, TMC e Sofidel sono stati in grado di progettare e produrre un nuovo packaging sostenibile e riciclabile utilizzando carta kraft, un materiale di origine vegetale rinnovabile e facile da riciclare.

I primi prodotti avvolti in carta hanno raggiunto gli scaffali dei supermercati Europei nel 2019 in Italia, Regno Unito, Francia, Belgio, Paesi Bassi, Spagna, Germania, Svezia, Polonia, Ungheria e Romania.