Utilizziamo cookie tecnici e, previa prestazione di consenso, cookie di profilazione di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito. Proseguendo la navigazione, cliccando o toccando un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner si presta il consenso all’uso di tutti i cookie. Per maggiori informazioni o negare il consenso.
IMA sta caricando
Pubblicato il 11/06/2019

Nasce il Liceo STEAM International di Bologna, presieduto da Alberto Vacchi

Confindustria Emilia presenta il Liceo STEAM (Science Technology Engineering Arts Mathematics) International di Bologna, finalizzato all’innovazione ordinamentale del liceo scientifico opzione scienze applicate. Il Liceo, presieduto da Alberto Vacchi, Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo IMA, è avviato per il prossimo anno scolastico 2019-20. Si tratta di una scuola paritaria e riconosciuta dal MIUR come sperimentale, che avrà sede in via Cartoleria a Bologna.

Una proposta formativa innovativa, ispirata e allineata alle migliori esperienze internazionali, ma declinata per il contesto italiano, con un piano di studi quadriennale sul modello inglese Cambridge che porta gli studenti a raggiungere con un anno di anticipo una doppia maturità: esami d’inglese A-Level (in collaborazione con Cambridge International) ed esame di Stato, con relativa abilitazione all’accesso a qualunque Università nel mondo.

Il percorso di studi si svilupperà attraverso una didattica innovativa, composta da lezioni frontali e attività a progetto, di cui almeno il 50% in lingua inglese, che permetteranno agli studenti di acquisire competenze e soft skills, oltre che conoscenze.

Sono previste fino a sei borse di studio che copriranno l’intero percorso di studi.

“Nei tanti momenti di confronto che abbiamo avuto con le imprese in questi anni ci è sempre stata indicata una componente rilevante e prioritaria su cui fare riflessioni il prima possibile: quella della scuola e della formazione. Per questo abbiamo lavorato con cura sul progetto Liceo STEAM, cercando i migliori docenti per avviare il primo percorso emiliano. Crediamo che il principale valore aggiunto consista proprio nella qualità degli insegnanti, nel clima che riescono a creare, nella loro propositività, nella passione e nell’entusiasmo che riescono a diffondere nel progetto formativo ed educativo dei nostri ragazzi”, dichiara il Presidente di Confindustria Emilia, Valter Caiumi.

Il percorso è partito l’anno scorso, ad aprile 2018, dalla condivisione, emersa nell’ambito del Consiglio Generale dell’Associazione, della necessità di avere un modello formativo innovativo e un periodo di studi che fosse di una durata in linea con il resto d’Europa. Un altro elemento per noi imprescindibile è quello di avere un modello in rete con le culture di oltre 100 Paesi tramite un approccio moderno e internazionale, focalizzato alla conoscenza e allo studio delle lingue, ma che valorizzi in maniera importante anche la straordinaria cultura italiana”, aggiunge il Presidente del Liceo STEAM International di Bologna, Alberto Vacchi.

Altre News

keyboard_arrow_left keyboard_arrow_right