Privacy settings

Utilizziamo cookies tecnici, necessari per il corretto funzionamento del sito, cookies statistici e cookies di marketing (inclusi cookies di terze parti), al fine di mostrarti offerte e pubblicità basate sui tuoi gusti e preferenze. Per maggiori informazioni puoi consultare la nostra Privacy Policy. I cookies statistici e i cookies di marketing (inclusi cookies di terze parti) sono utilizzati esclusivamente con il tuo consenso. Cliccando “Seleziona tutto e acconsenti” consenti il trattamento dei cookies statistici e di marketing (inclusi cookies di terze parti).

Per personalizzare le tue impostazioni privacy, seleziona le tue preferenze tra le caselle qui sotto e clicca “Applica la selezione”. Ti ricordiamo per puoi modificare le tue impostazioni privacy in qualsiasi momento e disattivare i cookies, seguendo le istruzioni riportate nella Privacy Policy.

Show preferences Select all and accept
IMA sta caricando
Pubblicato il 14/07/2017

IMA online: venti anni di storia

Sono passati esattamente 20 anni da quando è stato pubblicato il primo sito web del gruppo IMA. Era il 22 gennaio 1997, e IMA aveva appena registrato presso le autorità competenti il dominio geografico che di norma veniva assegnato alle aziende italiane: www.ima.it.

A distanza di 20 anni, IMA è diventata una realtà internazionale che opera in più di 80 paesi tra filiali produttive e agenzie commerciali e, nonostante ciò, il Gruppo è tutt’oggi raggiungibile sul web digitando il medesimo indirizzo da cui ebbe inizio il percorso online.

Venti anni di IMA online sono stati il migliore strumento per aprire al mondo esterno un’azienda che ha deciso di essere visitabile, prima ai suoi clienti, poi agli attori del mercato borsistico, essendo IMA quotata ed aperta al giudizio del mercato.

In questi anni IMA ha voluto anche raccontare i valori di un territorio italiano, che noi chiamiamo la “Packaging Valley” in cui è nata, e dove nel tempo ha saputo distinguersi. IMA vuole conservare questo ruolo attraverso la crescita, che significa nuove tecnologie, innovazione e ulteriore affidabilità di prodotti e servizi, nella certezza che non esistono rendite di posizione.

Nel 1997 il web era agli albori e stava nascendo una nuova epoca. Aziende e persone compivano i primi passi dentro un mondo nuovo, i cui paradigmi erano tutti da scoprire. Nascevano i primi siti web, i primi forum online, metafora digitale di quelle agorà dove già gli antichi greci si trovavano per entrare in contatto.

Niente di diverso da quanto accade oggi sul web, che dell’interattività in tempo reale ha fatto la sua forza, permettendo alle persone di scambiarsi prodotti, servizi e informazioni senza confini di spazio e tempo. Un vero e proprio habitat con le sue regole, le sue forme espressive e relazionali, in continua evoluzione.

Ecco che, nella progettazione del nuovo sito internet, IMA ha voluto fare un passo in più. Ha scelto di essere “online”, ciò che da tempo dimostra di essere “offline”: un ecosistema integrato e virtuoso.

L’ecosistema web di IMA sarà popolato da una comunità fatta di idee, prodotti e servizi, e soprattutto persone in continua interazione.

Il nuovo sito IMA è stato disegnato e sviluppato nell’era evolutiva di IMA Digital, che abbiamo presentato ad Interpack 2017, proprio per essere più aperti all’esterno, alle esigenze dei mercati, con gli strumenti più avanzati della società dell’informazione.

Per essere più attrezzati per ascoltare e personalizzare, nella massima sicurezza cibernetica, le esigenze dei nostri end-user.

Con il nuovo sito vogliamo anche consentire a chi investe in IMA di fare un viaggio negli spazi e nelle idee innovative dell’azienda, conoscendo le persone, attori primi del nostro successo e soprattutto di quelli che ci apprezzano.

Concludo dicendo che lanciare un nuovo sito, con i contenuti Corporate ed i Business articolati in molti settori, è certo una sfida ambiziosa, ma possibile se saremo aperti a critiche e consigli per migliorare.

Per questo non esitate ad inviare mail di suggerimenti, valutazioni e critiche al mio personale indirizzo, perché io possa esercitare al meglio le mie funzioni di indirizzo in quello che considero lo strumento per mostrare la faccia di IMA al mondo.

Siamo dunque soltanto all’inizio di un processo.

Grazie,

Alberto Vacchi

Altre news

keyboard_arrow_left keyboard_arrow_right