Impostazioni privacy

Utilizziamo cookies tecnici, necessari per il corretto funzionamento del sito, cookies statistici e cookies di marketing (inclusi cookies di terze parti), al fine di mostrarti offerte e pubblicità basate sui tuoi gusti e preferenze. Per maggiori informazioni puoi consultare la nostra Privacy Policy. I cookies statistici e i cookies di marketing (inclusi cookies di terze parti) sono utilizzati esclusivamente con il tuo consenso. Cliccando “Seleziona tutto e acconsenti” consenti il trattamento dei cookies statistici e di marketing (inclusi cookies di terze parti).

Cliccando “Rifiuta tutto”, rimarranno attive le impostazioni di default del sito (ossia verranno utilizzati esclusivamente cookie tecnici necessari per la navigazione).

Per personalizzare le tue impostazioni privacy, seleziona le tue preferenze tra le caselle qui sotto e clicca “Applica la selezione”. Ti ricordiamo per puoi modificare le tue impostazioni privacy in qualsiasi momento e disattivare i cookies, seguendo le istruzioni riportate nella Privacy Policy.

Rifiuta tutto Mostra preferenze Seleziona tutto e accetta
IMA sta caricando

L’8 maggio 2017, alla fiera di Düsseldorf “Interpack 2017”, il presidente Alberto Vacchi è intervenuto all’incontro organizzato dall’iniziativa “Save Food” per sottolineare l’interesse di IMA nei confronti dei programmi finalizzati alla riduzione degli sprechi

Pubblicato il 09/05/2017

Alberto Vacchi al padiglione "Save Food" per sostenere il progetto FAO/ITC ad Interpack 2017

L’8 maggio 2017, alla fiera di Düsseldorf “Interpack 2017”, il presidente Alberto Vacchi è intervenuto all’incontro organizzato dall’iniziativa “Save Food” per sottolineare l’interesse di IMA nei confronti dei programmi finalizzati alla riduzione degli sprechi alimentari e del ruolo che il packaging può giocare per il raggiungimento di tale obiettivo.

Il Presidente, ricordando le ragioni per cui IMA ha supportato il progetto FAO/ITC ( International Trade Center) “Improving food packaging for Small and Medium Agro-Enterprises in Sub-Saharan Africa”, ha inoltre sottolineato la profonda fiducia nei confronti della FAO, l’organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura che ha aperto alla collaborazione con finanziatori privati.

La FAO, ha dichiarato Alberto Vacchi, è sicuramente l’agenzia più appropriata per raggiungere adeguati livelli di sicurezza alimentare e di miglioramento delle tecniche di conservazione dei prodotti alimentari, per questo motivo IMA ha deciso di contribuire e sostenere la nascita di un progetto basato sulla assistenza tecnica e sulla opportuna formazione. 

Altre News

keyboard_arrow_left keyboard_arrow_right